ACCEDI Hai perso la password?

ISCRIVITI GRATIS!
Martedì, 17 Gennaio 2012
Ricostruzione alveolare tridimensionale: Mesh in titanio VS. membrana in e-PTFE rinforzata in titanio.
Dr D AVENIA FERDINANDO

L’ormai imminente arrivo in Europa di diverse molecole neo-osteogenetiche, comporterà inevitabilmente alcuni cambiamenti di prospettiva nelle scelte dei materiali di supporto per la rigenerazione ossea.


Uno dei pre-requisiti fondamentali perchè tutti i fattori di crescita possano essere efficaci è la rapida neo-vascolarizzazione dello scaffold che viene utilizzato per veicolare la molecola. In quest’ottica è ovvio che la preferenza deve essere accordata a dispositivi non-occlusivi, capaci di mantenere lo spazio rigenerativo senza impedire l’arrivo dei gettoni vascolari dai tessuti adiacenti la ferita; il micro-ambiente e le caratteristiche specifiche del principio farmacologico favoriranno poi la riparazione verso la linea cellulare più confacente alle condizioni che si sono create.


Negli Stati Uniti, dove questi principi farmacologici sono sul mercato da alcuni anni, le griglie in titanio stanno vivendo una seconda giovinezza, proprio in virtù delle loro caratteristiche che ben si sposano con le necessità imposte dall’impiego di fattori di crescita.

Il caso sotto presentato è stato trattato con materiali da innesto convenzionali (i soli attualmente legali in Europa) ma mettendo a confronto, con la metodica della split-mouth, due diversi dispositivi space-making per rigenerazione alveolare: la griglia in titanio e la membrana in e-PTFE rinforzata.  

avvia la presentazione
slideshow delle foto del caso clinico
     altri casi clinici
del Dr D AVENIA FERDINANDO
pubblica caso clinico
I Medici possono aggiungere
gratuitamente i loro casi clinici dopo essersi registrati.




Commenti
D AVENIA FERDINANDOMartedì 10 Aprile 2012 - 21:56
Dr D'AVENIA FERDINANDO :
Ciao Alessandro.
Grazie per la domanda, anche se la risposta potrebbe rischiare di essere estremamente lunga per essere adeguatamente esauriente!
La sede non mi consente di dilungarmi più di un tanto, ma per sintetizzare e generalizzare (anche se questo non è sempre corretto!) le membrane non è conveniente tenerle se esposte, per cui vanno piuttosto rapidamente rimosse, mentre le griglie offrono il vantaggio, se adeguatamente monitorate, di essere mantenute esposte anche per mesi.
Ovviamente non si può fare di "tutta un erba un fascio" e quindi la parola magica rimane sempre la stessa: "monitorare" e quindi adattare il trattamento alla situazione clinica ed alle condizioni generali e locali del paziente.
Scusa l'ermeticità ma non riesco a condensare maggiormente i frutti di una ventina d'anni di utilizzo di membrane non riassorbibili!
Ciao e grazie.
LANZA ALESSANDROMartedì 10 Aprile 2012 - 17:08
Dr LANZA ALESSANDRO :
Ciao, complimenti per il caso presentato, ti volevo chiedere qualcosa riguardo la gestione delle complicanze in questo tipo di chirurgia rigenerativa . Nello specifico mi riferisco all'esposizione di membrane rinforzate o griglie utilizzate per la rigenerazione orizzontale e/o verticale. Come ti comporti difronte a questo tipo di evenienza?
D AVENIA FERDINANDOMartedì 31 Gennaio 2012 - 18:23
Dr D'AVENIA FERDINANDO :
Caro Roberto,
uso quasi sempre una membrana in collagene SOPRA alla griglia. A volte non uso nulla.
Grazie per l'interessamento e per i complimenti.
F.D.A.
SERANI ROBERTOMartedì 31 Gennaio 2012 - 15:10
Dr SERANI ROBERTO :
Gentile Ferdinando, una piccola domanda: sopra la griglia metti una membrana rissorbibile o niente?
Complimenti per i tuoi casi.
Saluti
Roberto serani
LIM ARSENIO IIVenerdì 27 Gennaio 2012 - 02:00
Dr LIM ARSENIO II :
Hello Dr. Ferdinando,
Thank you for your reply! I will be in Germany this March and November this year maybe I can squeeze some time to visit you and Dr. Ronda. Both of your work simply amaze me. I hope you can teach me some of your techniques of this type pf treatment. Congratulations!!
D AVENIA FERDINANDOGiovedì 26 Gennaio 2012 - 03:20
Dr D'AVENIA FERDINANDO :
Dear dr. Lim,
i understand perfectly your doubts!
First consideration: bone graft nature (autogenous or else) together with healing time are already a big issue! I prefer to use at least 75% of AB with a total healing time ranging from 7 to 12 months.
Bone graft maturation can be viewed from two different perspectives: TBV (total bone volume) or lamellar bone level of maturation. Meanwhile the first value is only representative of early bone healing phases, the second one is a real expression of the process of bone remodeling. Lamellar bone is more represented under titanium meshes than e-ptfe membranes (data came from an ongoing split-mouth study at the University) under the same conditions of graft material and healing time.
Bone resorption is very limited as long as you uncover implants surrounded by mature bone.
If you are really interested in more detailed information I will lecture two scheduled international courses in Parma-Italy on titanium mesh on the 20- 21 and 27-28 of April in english language, with live surgery and hand-on session. If you want more information and a detailed program, please provide me your e-mail so I can send you the correct link to the course organizer.
Best regards.
F.D.A.
LIM ARSENIO IIMercoledì 25 Gennaio 2012 - 02:30
Dr LIM ARSENIO II :
Congratulations on these cases!! may i ask if possible what type of bone is develop when we performed this procedure? how about resorption of this bone? My curiosity when I am doing this case but is afraid to open again a flap to expose new bone development after implant is placed with them. I hope you got what I mean. Congratulations!!
D AVENIA FERDINANDOMartedì 24 Gennaio 2012 - 23:44
Dr D'AVENIA FERDINANDO :
Ciao Paolo e grazie per complimenti e delle interessanti domande che mi offrono l'opportunità di approfondire la questione.
Le mesh possono essere molto più rigide della membrana rinforzata in titanio (dipende dal disegno e dallo spessore) e questo può essere uno svantaggio (richiedono un posizionamento ben preciso) ma anche un enorme vantaggio. Se correttamente posizionate non si muovono neanche a morire e non rischi compressioni causate dalle trazioni muscolari nel periodo post-chirurgico. Mi spiego: con la loro sagomatura e fissaggio con viti definisci con estrema precisione uno spazio rigenerativo che sicuramente si manterrà nei mesi successivi; puoi avere ad esempio un controllo ottimale degli spessori di rigenerazione vestibolare e linguale, cosa non sempre possibile con le membrane. Il fissaggio preciso è più complesso? Forse si, come in tutte le cose nuove.... ma poi si impara!
Metallo su metallo non è un problema....le griglie sono in titanio.
Il posizionamento degli impianti che vedi nel caso è fotografato da due prospettive differenti e questo è frutto sicuramente della prospettiva: ho usato la chirurgia guidata! Vero è piuttosto che spesso la rigidità della griglia ti produce un eccesso di rigenerazione verticale, perché difficilmente si riesce a schiacciare conto le viti tappo degli impianti. Se noti in sede 4.7 l'impianto era completamente sommerso da nuovo osso ed ho dovuto scavare (e non poco) per esporlo. Ti assicuro che sono fatiche che eviterei volentieri, ma che comunque preferisco a rigenerazioni risicate!
Saluti e grazie ancora degli spunti.
Ferdinando
ROSSETTI PAOLOMartedì 24 Gennaio 2012 - 16:44
Dr ROSSETTI PAOLO :
Molto bello il caso. Notevole l'iconografia. Visto che ci siamo, ti sottopongo un quesito:
Non avendo esperienza nell'uso delle griglie, ma solo di membrane rinforzate, mi sono sempre immaginato che l'applicazione di questi dispositivi fosse resa difficile dalla loro rigidità. La mia sensazione (forse errata e di non utilizzatore) è che la loro maggiore rigidità possa condizionare negativamente la precisione con cui il dispositivo viene adattato al picco osseo mesiale (quello distale all'ultimo dente, che spesso è sottile e di forma irregolare). La cosa mi dà l'impressione di complicarsi ulteriormente con il contestuale innesto degli impianti, vista la necessità di gestire le possibili interferenze tra i dispositivi (metallo su metallo). E' questo un reale problema o un mio pregiudizio? In effetti sembra che anche tu abbia dovuto regolare l'altezza degli impianti, avvitandoli un po' rispetto alla posizione "pianificata" (visibile nella foto 5), per poter collocare la mesh.
Ti anticipo il ringraziamento per una tua gradita risposta.
D AVENIA FERDINANDOMartedì 24 Gennaio 2012 - 15:47
Dr D'AVENIA FERDINANDO :
Grazie Paolo e Vincenzo!
Sono contento di aver fornito uno spunto utile, oltretutto condiviso!
ROSATI VINCENZOMartedì 24 Gennaio 2012 - 13:26
Dr VINCENZO :
bravo. complimenti. sempre istruttivo vedere questi casi
LORETI PAOLOMartedì 24 Gennaio 2012 - 09:45
Dr LORETI PAOLO :
Ciao . Caso molto bello , ben condotto ed ottima iconografia.Complimenti.
Condivido come te l'utilizzo nella rigenerativa delle griglie rispetto alle ptfe per vari motivi : migliore adattabilita' al difetto , tempi piu' rapidi per la rivascolarizzazione ( io rientro a 4 mesi con le griglie ) , maggiore rigidita'.
Bella anche la gestione dei tessuti molli che è sempre necessaria in casi di rigenerazione ed anche il progetto protesico che denota conoscenza e capacita' di gestione del caso a tutto campo.
Bravo !

Aggiungi Commento
Per inserire un commento devi essere un utente registrato!

Entra




CALENDARIO CONGRESSIENTRA

22-23 Novembre 2019 - TRENTO
Vari autori
Il rispetto a 360° del paziente odontoiatrico - Scientificità e protocolli


CALENDARIO CORSIENTRA

19 Giugno 2019 - Bologna
Debora Lombardi, Product Manager HTD
Aperitivo Implantare
20 Giugno 2019 - Roma
Dr Luca Mangani
Concentrated Growth Factors (CGF) nella rigenerazione tissutale
21-22 Giugno 2019 - Lake Como Institute - Como
Dott. Gabriele Rosano, Dott. Bernard Lazaroo, Dott. Matteo Invernizzi, Dott. Nicolò Vercellini
Anatomia dissettiva e chirurgica: corso base
22 Giugno 2019 - BORGORICCO
DOTT. PASQUALE COZZOLINO
DENTAL SLEEP MEDICINE
26-30 Giugno 2019 - Constanza (Romania)
Prof. A.c. Vincenzo Santagada
Corso pratico base ed avanzato di implantologia clinica su paziente
26 Giugno 2019 - Udine
Debora Lombardi, Product Manager HTD
Aperitivo Implantare
28 Giugno 2019 - Varese
Dr Marco Ronda
La gestione dei tessuti molli e la rigenerazione ossea nella mandibola posteriore: dall’edentulia intercalata fino ai grandi difetti.
28-29 Giugno 2019 - Baveno Lago Maggiore
Vari autori
Rasperini Reunion
29 Giugno 2019 - Desenzano del Garda
Dr Marzio Todisco
UNA GIORNATA DEDICATA AI SETTORI ESTETICI. Chirurgia Mucogengivale, Chirurgia GBR e Protesi nelle aree ad alta valenza estetica.
29 Giugno 2019 - Cagliari
Prof. Luca Viganò ,Prof. Ugo Covani Dott.ssa Cinzia Casu, Dott. Matteo Fanuli, Dott.ssa Valeria Cau, Dott. Pinuccio Massaiu, Dott.ssa Carla Mannu, Dott. Roberto Robba.
La medicina orale: Una nuova strada professionale